Pausa

Breve notizia: questo pinguino deve cambiare alloggio.

Questo vuol dire che dovrò limitare (e persino fermare) la mia presenza «on-line» fino a quando non sia tutto pronto sul nuovo posto e, più importante, il nuovo collegamento internet non sia pronto 😉

Cioè, niente nuovi articoli per un po’!

Vi saluto per il momento e ci ritroviamo in tempi più tranquilli!

I font TeXGyre

Il progetto TeX Gyre , sviluppato dal gruppo GUST (il gruppo utenti TeX di Polonia) offre una serie di font basati nei font PostScrip distribuite tempo (ma tanto) fa con Ghostscript 4.00. I font sono

Adventor, un font «sans»

Bonum, con grazie (serif)

Chorus, decorativa, offre soltanto «peso» (normale)

Cursor, un font di larghezza fissa

Heros, un altro font «sans». Offre anche una versione «condensata» (Heros CN) più stretta

Pagella, con grazie, offre anche un font matematico per utilizzare in XeTeX/LuaTeX con unicode-math

Schola, con grazie

Termes, con grazie, offre anche un font matematico per utilizzare in XeTeX/LuaTeX con unicode-math

Risulta anche possibile scaricare la collezione completa, anche se per gli utenti Linux è molto più semplice utilizzare i repositori che sicuramente si trovano lì… infatti, sicuramente sono già installati nel sistema!

In confronto con i font originali (e con altre varianti come i font URW), TeX Gyre offre una mappa di caratteri più ricca e i due font matematici già menzionati, oltre di essere disponibili in formato OpenType.

texgyre

Di seguito un esempio un po’ particolare del uso di Pagella Math nelle formule:

texgyrepagellamath

Nuovo in LibreOffice 5.3: supporto OpenType!

In questo sito ho parlato parecchio e volentieri di font e di come per approfittare tutte le caratteristiche OpenType (vero maiuscoletto, alternative, set stilistici…) l’unico modo era utilizzare XeTeX… ma non più!

A partire della versione 5.3, LibreOffice offre supporto OpenType!

530-opentype

Così è come funziona.

Per approfittare le opzioni OpenType risulta necessario conoscere le sue «etichette» e per questo niente di meglio che la pagina di Dario Taraborelli. La sintassi è molto simile a quella per i font Graphite della quale parlo nel capitolo D11 del mio libro:

Nome Font:etichetta

Per esempio, per attivare il primo set stilistico (ss01) di Kleymissky doviamo scrivere come nome del font

Kleymissky:ss01

Per attivare i veri maiuscoletti (smcp) in EBGaramond 12

EB Garamond 12:smcp

Legature storiche, swash, frazioni… Si può anche utilizzare più di una specialità simultaneamente con il separatore &!

EB Garamond 12:swsh&hlig

Utilizzerà  simultaneamente swash e legature storiche.

Certamente al aprire un file creato in 5.3 con una versione anteriore le etichette OpenType saranno ignorate, ma all’aprire ancora in 5.3 tutto sarà lì.

Impressionante!